A seguito della valutazione del rischio di incendio, eseguita secondo i criteri di cui al D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e al D.M. 10.03.98 e relativi allegati, il datore di lavoro ed il dirigente devono:

  1. designare preventivamente i lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave e immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell’emergenza
  2. adempiere agli obblighi di informazione, formazione e addestramento di cui agli articoli 36 (informazione ai lavoratori) e 37 (formazione dei lavoratori e dei loro rappresentanti)

Sulla base della valutazione dei rischi è possibile identificare il livello di rischio d’incendio dell’intero luogo di lavoro o di parte di esso.

Questo livello può essere basso, medio o elevato e in base alla classe di rischio in cui l’azienda rientra.

I nostri corsi

Corso per addetto antincendio per attività a medio rischio di incendio 

Prima formazione: 8 ore
Aggiornamento: 5 ore

Destinatari:

  • Lavoratori di Aziende le cui attività rientrano nell’elenco allegato al D.M. 16 febbraio 1982 e nel D.P.R. n. 689/1959, escluse quelle indicate come rischio elevato.
  • Cantieri temporanei e mobili ove si detengono ed impiegano sostanze infiammabili e si fa uso di fiamme libere, esclusi quelli interamente all’aperto.

Corso per addetto antincendio per attività a basso rischio di incendio

Prima formazione: 4 ore
Aggiornamento: 2 ore

Destinatari:

  • lavoratori di Aziende le cui attività non rientrano fra le precedenti, con fattori di rischio d’incendio limitati.

Per info, programmazione e costi: areatecnica@franchiniconsulting.it